Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Fai bei "sonni"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Due bambini su dieci dormono male, lo dice uno studio dell'Università di Parma. Tra i responsabili dell'insonnia l'uso smodato delle tecnologie prima di addormentarsi e la cattiva alimentazione. E allora bisogna educare alla qualità del sonno, come si sta già facendo  per l'alimentazione.

insonnia bambini fai bei sonniBimbi sempre più insonni. E’ sempre più difficile dormire bene. Anche per i più piccoli.  I bambini italiani infatti, pur dormendo un numero di ore adeguato per notte (in media circa 9), hanno una qualità del sonno non sempre soddisfacente. Di più: 2 bimbi su 10 dormono male.
 
Lo dice uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Parma nell’ambito del progetto di educazione (alimentare e motoria) Giocampus. Ecco i risultati: il 19% dei bambini (138 su 720) dell’ultimo anno delle scuole elementari di Parma hanno una scarsa qualità del sonno. Non solo.
 
I ricercatori che hanno esaminato la qualità del sonno dei bambini, spiegano come spesso non è ottimale e questo può influire sul loro stato di salute complessivo, ad esempio facendoli sentire stanchi al risveglio (84%) o addirittura rischiando di farli addormentare sui banchi a metà mattina o nel pomeriggio (73%).
 
Abitudini negative. Ma quali sono le abitudini che possono contribuire ad una insoddisfacente qualità del sonno?
 
Tanti sono i fattori: la condivisione del letto o della stanza  (per il 44% ci sono possibili interferenze esterne dovute alla presenza di familiari e animali domestici), l’utilizzo del cellulare o del tablet mentre si è a letto (1,4%), tenere la luce  accesa parzialmente o del tutto (29,8%), mangiare o bere (anche caffeina) prima di coricarsi  (70,3%), alzarsi per andare in bagno, anche più volte per notte (30,7%).
 
 
Tratto da "La Repubblica" - Prosegui nella lettura dell'articolo
 
 
Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

CeRP - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Indirizzo Psicoanalitico

 Specializzarsi in Psicoterapia: Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad Indirizzo Psicoanalitico Orientamento: Psicoanalitico e psicodinamicoSede legale: Via L. Marchetti, 9 – 38100 TRENTOSede didattica: Via L. Marchetti, 9 – 38100 TRENTOContatti:...

leggi tutto...

Istituto Italiano WARTEGG

Orientamento: Scuola di Formazione in Psicodiagnostica Sede centrale: via Colossi, 53 A/6  - 00146 ROMAContatti: Tel. 06 56339741Riconoscimento: Indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.wartegg.com

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

Tags: scuole di psicoterapia, bambini, insonnia, qualità del sonno, stato di salute, abitudini

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni