Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Fondamentalismo religioso: un parassita per il cervello

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il fondamentalismo religioso può essere pensato come un parassita mentale. Un parassita di solito non uccide l'ospite in cui vive, dal momento che dipende in modo critico da esso per la sopravvivenza. Invece, si nutre di esso e cambia il suo comportamento in modi che avvantaggiano la sua stessa esistenza.

fondamentalismo religioso un parassita per il cervelloQuando vissuta con moderazione, la pratica religiosa e spirituale può rappresentare qualcosa di positivo per la vita di una persona e il benessere mentale.

Ma il fondamentalismo religioso - che si riferisce alla credenza nell'assoluta autorità di un testo o leader religioso - non è quasi mai un bene per l'individuo.

Ciò è principalmente dovuto al fatto che il fondamentalismo religioso scoraggia qualsiasi argomento logico o evidenza scientifica che mette in discussione le sue scritture, rendendolo intrinsecamente disadattivo.

Non è corretto chiamare 'malattia' il fondamentalismo religioso, perchè questo termine si riferisce ad una patologia che attacca fisicamente la biologia di un sistema.

Ma le ideologie fondamentaliste possono essere pensate come parassiti mentali. Un parassita di solito non uccide l'ospite in cui vive, dal momento che dipende in modo critico da esso per la sopravvivenza.

Invece, si nutre di esso e cambia il suo comportamento in modi che avvantaggiano la sua stessa esistenza.

Comprendendo come le ideologie fondamentaliste funzionano e sono rappresentate nel cervello usando questa analogia, si può iniziare a comprendere come inoculare contro di loro, e potenzialmente, come riabilitare qualcuno che ha subito un lavaggio del cervello ideologico, in altre parole, una riduzione della capacità di pensare in modo critico o indipendente.

Come si diffondono le ideologie religiose

Simile a come gli organismi e i loro geni competono per la sopravvivenza nell'ambiente e nel pool genico, le idee competono per la sopravvivenza all'interno del cervello e nel pool di idee che lo abitano.

Il famoso biologo evoluzionista Richard Dawkins ha usato questa spiccata analogia per spiegare come le idee si sono diffuse e si sono evolute nel tempo.

Nel suo influente libro del 1976, “The Selfish Gene”, fa riferimento alle idee come “meme” - l'analogo mentale di un gene - che ha definito come unità auto-replicante che si diffonde attraverso la cultura.

Conosciamo tutti molti tipi di meme, inclusi i vari costumi, miti e tendenze che sono diventate parte della società umana.

Come spiega Dawkins, le idee si diffondono attraverso il comportamento che producono nei loro ospiti, che è ciò che consente loro di essere trasmessi da un cervello all'altro.

Ad esempio, un'ideologia - come una religione - che induce i suoi abitanti a praticare i suoi rituali e comunicare le sue convinzioni, sarà trasmessa agli altri.

Le idee di successo sono quelle in grado di diffondersi, mentre quelle che non riescono ad auto-replicarsi si estinguono.

Pubblicità

In questo modo, alcune ideologie religiose persistono mentre altre svaniscono nell'oblio. È facile capire perchè la religione si diffuse rapidamente attraverso la cultura una volta emersa.

Quando gli umani hanno acquisito la capacità cognitiva di ragionare e pianificare il futuro, sono diventati consapevoli della propria mortalità.

La consapevolezza che se stessi e tutti i propri cari un giorno moriranno è naturalmente terrificante, e questa paura esistenziale pone perfettamente le basi per idee che riducono l'ansia, come quelle che offrono un aldilà senza fine.

Ma le religioni sono idee complesse e gli effetti psicologici che hanno sulle menti vanno oltre l'alleviamento dell'ansia.

Essenzialmente, il cervello è un computer biologico, e un'ideologia è un insieme di istruzioni codificate, o “software culturale”, che funzionano sull'hardware del cervello.

Il ricercatore, filosofo e scienziato cognitivo Daniel Dennett ha descritto in modo intuitivo come le idee possano controllare le menti quando ha detto:

Il paradiso che tutti i meme sognano di raggiungere è la mente umana.. […] ma una mente umana è essa stessa un artefatto creato ad hoc quando i meme ristrutturano il cervello per creare un habitat migliore per loro”.

A questo proposito, non è quindi il cervello a controllare la mente, ma i meme che compongono la mente che controlla il cervello. Questo è particolarmente vero quando il meme è una religione.

Le religioni mutano

Come geni e complessi genici, quando un'ideologia viene replicata - o passata da una persona o gruppo ad un'altra - subisce mutazioni.

Di conseguenza, vengono prodotte diverse versioni di quel sistema di credenze, che generano diverti tipi di comportamento.

Come tale, ci sono spesso varianti buone e cattive di qualsiasi religione data. Ad esempio, esistono versioni moderate del cristianesimo e dell'Islam che promuovono qualità come un senso di comunità ed un codice morale che promuove il comportamento etico.

Queste idee possono essere benefiche per l'organismo ospite, cioè l'individuo che pratica la religione.

Allo stesso tempo, ci sono varianti dannose dell'Islam e del Cristianesimo - in particolare le rigide versioni fondamentaliste - che fanno sì che la mente ospitante elabori le informazioni in modo distorto, pensi irrazionalmente e diventi delirante.

Virus ideologici e parassiti mentali

Esistono vari tipi di virus e parassiti, e i virus sono essi stessi parassiti. Mentre i virus biologici sono agenti infettivi che si auto-replicano all'interno delle cellule viventi, i virus informatici sono pezzi di codice distruttivi che si inseriscono nei programmi esistenti e modificano le azioni di quei programmi.

Un tipo di virus informatico particolarmente cattivo che si basa sull'uomo per la replica, noto come “cavallo di Troia”, si traveste da qualcosa di utile o interessante per convincere le persone a scaricarlo e diffonderlo.

Allo stesso modo, un'ideologia dannosa si traveste da qualcosa di utile per inserirsi nel cervello di un individuo, in modo che possa istruirlo a comportarsi in modi che trasmettono il virus mentale agli altri.

La capacità dei parassiti di modificare il comportamento degli ospiti in modi che aumentano la loro “forma fisica” - cioè la loro capacità di sopravvivere e riprodursi – mentre ferisce l'idoneità dell'ospite, è nota come “manipolazione parassitaria”.

Un esempio particolarmente intrigante di manipolazione parassitaria si verifica quando un Hairworm infetta una cavalletta e afferra il suo cervello per sopravvivere e auto-replicarsi.

Questo parassita influenza il suo comportamento inserendo specifiche proteine nel suo cervello. Essenzialmente, le cavallette infette diventano schiave degli stessi parassiti.

Più o meno allo stesso modo, il fondamentalismo cristiano e islamico rappresentano un'ideologia parassitaria che si inserisce nel cervello, ordina agli individui di agire e pensare in un certo modo – un modo rigido che è intollerante alle idee in competizione.

Sappiamo che il fondamentalismo religioso è fortemente correlato a quello che gli psicologi e i neuroscienziati chiamano “pensiero magico”, che si riferisce al fare collegamenti tra azioni ed eventi quando tali connessioni non esistono nella realtà.

Senza il pensiero magico, la religione non può sopravvivere, né può replicarsi. Un altro deterioramento cognitivo che si osserva in coloro che hanno opinioni religiose estreme è un maggiore affidamento sul pensiero intuitivo piuttosto che sul pensiero riflessivo o analitico, che spesso porta a presupposti errati poiché l'intuizione è spesso ingannevole o eccessivamente semplicistica.

Si osserva inoltre che il fondamentalismo cristiano e islamico sono legati alla negazione della scienza.

Poiché la scienza non è altro che un metodo per determinare la verità usando la misurazione empirica ed il test delle ipotesi, la negazione della scienza equivale alla negazione della verità oggettiva e delle prove tangibili. In altre parole, la negazione della realtà.

Il fondamentalismo non solo promuove il pensiero delirante, ma scoraggia anche i seguaci ad esporsi a idee diverse, al fine di proteggere le illusioni deliranti che sono essenziali per l'ideologia.

Se si vuole inoculare la società contro i danni delle ideologie fondamentaliste, bisogna inziare a pensare in modo diverso a come funzionano nel cervello.

Un'ideologia con la tendenza a danneggiare il suo ospite nello sforzo di auto-replicarsi conferisce tutte le proprietà di un virus parassita, e difendersi da un tale sistema di credenze richiede di comprenderlo come tale.

Quando un'ideologia fondamentalista abita un cervello ospite, la mente dell'organismo non ha più il pieno controllo.

L'ideologia sta controllando il suo comportamento ed i processi di ragionamento per propagarsi e sostenere la sua sopravvivenza.

Questa analogia dovrebbe quindi informare sul modo in cui affrontiamo gli sforzi che tentano di invertire il lavaggio del cervello o ripristinare la funzione cognitiva in aree come il ragionamento analitico e la risoluzione dei problemi.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

Bibliografia

Hood, R. W., Hill, P. C., & Williamson, W. P. (2005). The psychology of religious fundamentalism. New York, NY, US: Guilford Press.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva

Specializzarsi in Psicoterapia: SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ANCONA Via Piave, 14 – 60125GROSSETO Via G. Lanza, 26 – 58100; NAPOLI Via Antonio Cinque, 93/95 –...

leggi tutto...

ECOPSYS - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Famiglia

 Specializzarsi in Psicoterapia: ECOPSYS - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Famiglia Orientamento: Sistemico Relazionale della Famiglia e della coppiaSede centrale: Via Verdi, 18 - 80132 NAPOLIAltre Sedi: Viale dei Bersaglieri...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

 

 

Tags: scuole di psicoterapia, cultura, giorgia lauro, Dottoressa Giorgia Lauro, fondamentalismo religioso, un parassita per il cervello, ideologie religiose, come nascono le ideologie, esperienza religiosa, negazione della scienza, negazione dell'oggettività, credenze assolute, virus ideologici, come si diffondono le ideologie religiose, Meme., idee auto-replicanti

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni