Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

II bullismo dei genitori verso i figli

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Molti dei comportamenti considerati normali nelle dinamiche familiari sconfinano in realtà in modelli educativi troppo aggressivi

bullismo genitoriC’è una linea sottile che separa i comportamenti correttivi dei genitori dal bullismo nei confronti dei figli.

“La disciplina è un modo per educare, ma quando viene usata per far fare ai bambini quello che si vuole, la sua natura si trasforma”, spiega da Brisbane Ronit Baras, educatrice, life coach ed esperta di tematiche familiari.

Per capire la differenza fra disciplina e bullismo genitoriale, bisogna partire dalla radice della prevaricazione: “I bulli sono persone deboli che usano il loro potere sugli altri per sentirsi forti”, sintetizza Baras. Ma come si applica questa definizione a mamme e papà?

“Nessuno mette in dubbio l’amore per i figli, ma certe volte gli adulti si trovano in condizioni di debolezza - per ragioni finanziarie, professionali o interpersonali - che li portano a utilizzare la loro autorità in modo eccessivo e, dunque, distorto”. 

Molte spesso, però, i genitori bullizzano i figli senza accorgersene, perché nell’elenco del bullismo domestico figurano anche comportamenti considerati parte delle normali dinamiche relazionali, come per esempio: “Quante volte ti devo dire…”, “Hai finito di…” o “Ne ho abbastanza di…” che mettono il bambini in una condizione di subordinazione. Un capitolo a parte riguarda situazioni come il favoritismo: “I genitori tendono a negarne l’esistenza, ma i bambini sono diversi fra loro e dunque è chiaro che si provino sentimenti e si tengano comportamenti differenti. Quello che non è accettabile, però, è quando un figlio è favorito a discapito degli altri o quando i genitori innescano competizioni fra fratelli”.

Tratto da "Repubblica" - Continua a leggere l'articolo


 

APC - Associazione di Psicologia Cognitiva

 Specializzarsi in Psicoterapia: APC - Associazione di Psicologia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ROMA Viale Castro Pretorio, 116 - 00185LECCE Via Bonaventura Mazzarella, 25 - 73100; VERONA Vicolo Ghiaia, 7...

leggi tutto...

Scuola di Psicoterapia della Relazione

Specializzarsi in psicoterapia -  Scuola di Psicoterapia della Relazione  Orientamento: RelazionaleSede legale: Viale Abruzzi 4 – 20131 MilanoSede didattica: Via Caduti di Marcinelle, 7  – 20134 Milano Direttore: Roberto CarnevaliContatti: 392 1511536...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline


 

Tags: scuole di psicoterapia, bullismo, genitori, figli

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni