Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Il documentario dove nove pazienti diventati attori raccontano che cos’è la malattia mentale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mercoledì 19 giugno al cinema Monviso di Cuneo è stato presentato il lavoro del regista fariglianese Remo Schellino

il documentario dove nove attori raccontano cos è la malattia mentale«Non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che noi adesso abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c’è un altro modo di affrontare la questione; anche senza la costrizione».

Così lo psichiatra Franco Basaglia spiegò il senso della legge 180 che portò alla chiusura dei manicomi. A 40 anni di distanza, L’Asl Cn1 e il Comune di Ceva hanno chiesto al regista Remo Schellino di dimostrare il valore del pensiero di Basaglia.

Il risultato è un laboratorio, dal quale è stato tratto un documentario dal titolo «E il copione? Il copione dov’è ? Dentro di noi, signore. Il dramma è dentro di noi», in cui il regista di Farigliano ha coinvolto nove pazienti del Centro di igiene mentale cebano che, ispirandosi all’opera di Pirandello, ha trasformato in attori.

Il copione, appunto, non c’è. Ma c’è un teatro, il «Marenco» di Ceva, 80 costumi di scena e un camerino dove indossarli. Soprattutto c’è uno specchio di fronte al quale ogni attore mostrerà il suo volto, racconterà la sua storia. Volti, non maschere. Il fine? «Non è da botteghino – dice il regista -, è terapeutico per gli interpreti, ma anche per chi guarda, perché il dramma che raccontano è quello di una malattia accanto alla quale spesso non si vuole stare».

L’idea dello spettacolo-non spettacolo è maturata nel tempo. «Quando sono arrivato non sapevamo bene cosa fare, poi ho pensato al teatro di Pirandello e alla teoria dell’iceberg, dove vedi cosa emerge dall’acqua, ma la vera grandezza è sotto - continua Schellino -. Ecco, il palco è la parte che vediamo, il camerino quello che c’è sotto». Così gli attori avranno una piccola parte da interpretare, ma il documentario si sviluppa nell’ascolto delle loro storie. Commoventi, alcune terrificanti. Tutte vere.

Tratto da “La Stampa” - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

APC - Associazione di Psicologia Cognitiva

 Specializzarsi in Psicoterapia: APC - Associazione di Psicologia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ROMA Viale Castro Pretorio, 116 - 00185LECCE Via Bonaventura Mazzarella, 25 - 73100; VERONA Vicolo Ghiaia, 7...

leggi tutto...

APC - Associazione di Psicologia Cognitiva

Specializzarsi in Psicoterapia: APC - Associazione di Psicologia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ROMA Viale Castro Pretorio, 116 - 00185LECCE Via Bonaventura Mazzarella, 25 - 73100; VERONA Vicolo Ghiaia, 7...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

Tags: scuole di psicoterapia, malattia mentale, documentario

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni