Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

La neuroscienza della solitudine

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Esiste un meccanismo fisiologico che ci porta a sentirci soli? La solitudine può ucciderci? I ricercatori hanno scoperto che la solitudine influenza l'attivazione dei neuroni dopaminergici e serotoninergici, che sono fondamentali per il nostro benessere emotivo.

la neuroscienza della solitudineCon le vacanze che si avvicinano, si avvicina anche il tempo ed i momenti che andremo a condividere con i nostri cari.

Tuttavia, molte persone si sentono particolarmente sole durante questo periodo dell'anno. La verità è che la solitudine è un'epidemia.

Stiamo attraversando momenti di profondi cambiamenti sociali, e internet e tutte le nuove tecnologie che ne derivano rappresentano enormi driver nell'epidemia della solitudine, che ci consentono di rimanere in contatto con gli altri senza doversi effettivamente connettere con loro.

Gli umani, piaccia o no, sono mammiferi sociali. Abbiamo bisogno di interagire l'un l'altro e, come società, tendiamo ad organizzarci nelle comunità.

La solitudine - un termine più poetico per l'isolamento sociale – non è una novità. Gli autori classici ne scrivono da secoli, ma è molto più che una fonte di ispirazione per le arti e la letteratura.

È un meccanismo biologico che spinge le persone a trovare l'interazione sociale che manca e di cui hanno bisogno.

Il cervello spinge l'individuo solitario a trovare qualcuno con cui interagire, proprio in virtù degli aspetti sociali di cui siamo costituiti.

Abbiamo bisogno di compagnia perchè i nostri antenati preistorici avevano disperatamente bisogno di compagnia per sopravvivere; la presenza di altri esseri umani assicurava protezione e sostegno, per sé stessi e per la loro prole.

 

Tratto da Psicologi-Italiani – Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

Centro Studi ETEROPOIESI Torino – LOGOS

 Specializzarsi in Psicoterapia: Centro Studi ETEROPOIESI Torino – LOGOS Orientamento: Sistemico RelazionaleSede centrale: Corso Francia, 98 - 10146 TORINOSedi distaccata: Via F. Pozzo, 19/3 - 16145 GENOVAContatti: Torino tel e fax...

leggi tutto...

ECOPSYS - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Famiglia

 Specializzarsi in Psicoterapia: ECOPSYS - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Famiglia Orientamento: Sistemico Relazionale della Famiglia e della coppiaSede centrale: Via Verdi, 18 - 80132 NAPOLIAltre Sedi: Viale dei Bersaglieri...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

 

 

Tags: scuole di psicoterapia, neuroscienza della solitudine, meccanismo fisiologico, dopamina e serotonina

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni