Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Scuole di psicoterapia

specializzarsi in Psicoterapia

Chi Siamo - Scuole di Psicoterapia

SCUOLE DI PSICOTERAPIA - Il luogo d'incontro della domanda e dell'offerta di formazione in psicologia Questo sito è dedicato alle scuole di psicoterapia, agli Istituti di Formazione in psicologia e a tutti gli Psicologi che sono interessati ad accrescere e migliorare la loro formazione post-universitaria. Il nostro obiettivo è quello di essere un polo di informazione ed una guida per tutti coloro che cercano di orientarsi nella scelta tra le tante opportunità ed offerte in materia di formazione professionale, sia nel campo della Psicoterapia che in tutti gli altri campi che la Psicologia oggi offre.

La tua pubblicità su Scuole di Psicoterapia

Sei il Responsabile di una Scuola di Specializzazione in Psicoterapia? Stai organizzando un Evento nel campo della Psicologia? Vuoi far conoscere le tue attività formative? Se la risposta è SI ad una sola di queste domande, noi abbiamo la soluzione che può consentirti di far conoscere e di far crescere la tua attività, una soluzione semplice ed efficace che ti metterà in contatto con un target specifico e che ti permetterà di avere una rilevante pubblicizzazione ad un  costo/contatto minimo. Possiamo mettere a tua disposizione una serie di iniziative pubblicitarie concrete che, singolarmente o tutte insieme, possono farti raggiungere gli obiettivi che hai dato alla tua azione. Il BANNER (fisso o a rotazione), la SCHEDA PERSONALE, le NEWS LETTERS e, sopratutto, il nostro SETTORE...

Scegliere la Scuola di Psicoterapia

Il proliferare di nuovi indirizzi nel campo della psicoterapia, aumenta le opportunità di scelta e allo stesso tempo non la facilita. Difficile districarsi tra i nuomerosi orientamenti. In questa sezione troverete alcune informazioni sui principali approcci teorici in psicoterapia.

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

I prossimi eventi segnalati da Scuole di Psicoterapia

21
Set
Associazione Aippi - Via Alessandria, 130 - 00198 Roma
-
Roma
Giornate di Presentazione della Scuola di Specializzazione       18 maggio – ore 10-13 L’assessment in adolescenza, Luisa Carbone, Didatta Aippi   9 giugno – ore

29
Set
Bari
-
Bari
Percorsi sul Sè: Riflessioni in Psicoanalisi

13
Ott
Bari
-
Bari
Percorsi sul Sè: Riflessioni in Psicoanalisi

27
Ott
Bari
-
Bari
Percorsi sul Sè: Riflessioni in Psicoanalisi

10
Nov
Bari
-
Bari
Percorsi sul Sè: Riflessioni in Psicoanalisi

News e Informazioni su Scuole di Psicoterapia

L'impotenza appresa

L'impotenza appresa è un modello comportamentale che implica una risposta disadattiva caratterizzata dall'evitare i cambiamenti, gli affetti negativi ed il collasso delle strategie di problem-solving quando sono presenti degli ostacoli. Tre sono le componenti necessarie per far sì che l'impotenza appresa sia presente: contingenza, cognizione e comportamento.

L’alleanza terapeutica nel disturbo dissociativo dell’identità

L’importanza della relazione terapeuta-paziente come "veicolo" per comprendere e risolvere le difficoltà relazionali e gli aspetti disfunzionali in pazienti con disturbo dissociativo dell’identità. L’American Psychiatric Association (APA) definisce il disturbo dissociativo come caratterizzato da due o più stati di personalità che mostrano una discontinuità rispetto al senso di sé con conseguenti alterazioni dei comportamenti, della memoria, della percezione, della cognizione e dei sentimenti, così come amnesia per eventi e/o esperienze traumatiche.

La comprensione condivisa in terapia

Secondo il Dottor Shedler, la comprensione condivisa è un elemento centrale in terapia, in quanto la problematica non può essere compresa solo dal paziente o dal terapeuta, poichè è qualcosa che si sviluppa insieme e trascende ciò che ognuno, preso singolarmente, riesce a capire da solo. All'interno del presente articolo, il Dottor Jonathan Shedler, Professore Associato presso la University of Colorado School of Medicine e Direttore di Psicologia presso il Dipartimento di Psichiatria, avendo insegnato presso molte scuole di psicoterapia, sottolinea...

La psicologia del Sè, una derivazione della teoria psicoanalitica di Sigmund Freud, forma gran parte del fondamento della psicoanalisi contemporanea come il primo grande movimento psicoanalitico che riconosce l'empatia come un aspetto essenziale del processo terapeutico di affrontare lo sviluppo e la crescita umana.

la psicologia del sèLa teoria della psicologia del Sè, che rifiuta l'ideologia freudiana del ruolo che le pulsioni sessuali giocano nell'organizzazione della psiche, si concentra sullo sviluppo dell'empatia verso la persona in cura e sull'esplorazione di componenti fondamentali di sviluppo e crescita sani.

Gli psicoterapeuti possono utilizzare la teoria del Sè per aiutare le persone a considerare come le loro prime esperienze possano contribuire alla formazione del loro senso del Sè.

Storia e sviluppo

Heinz Kohut, uno psicoanalista che iniziato la sua carriera seguendo gli insegnamenti di Freud, ha introdotto la psicologia del Sè negli anni '70 con l'opera “The Analysis of the Self”.

La progressione del suo lavoro con persone che cercavano un trattamento lo portò a diventare sempre più insoddisfatto di alcuni dei limiti dell'approccio di Freud.

Nello specifico, sottolineò la mancanza di efficacia dell'approccio nell'affrontare quella che all'epoca era considerata una personalità narcisista.

Kohut iniziò ad esplorare l'idea dell'amore di Sè, considerando se fosse davvero immaturo e dannoso per le relazioni, come postulato dalla teoria di Freud dello sviluppo psicosessuale.

Alla fine, Kohut suggerì che un certo grado di narcisismo potesse effettivamente essere salutare e benefico per le relazioni di una persona con gli altri.

Pertanto, Kohut non era d'accordo con Freud sulla fonte del narcisismo. Egli credeva che derivasse da una mancanza di empatia dei genitori, piuttosto che da impulsi conflittuali, come suggeriva Freud.

Kohut credeva che quando i genitori non riuscivano a fornire risposte empatiche, un bambino non avrebbe sviluppato un sano senso di autostima e avrebbe quindi cercato altre fonti per ottenere un senso di valore.

L'empatia in generale divenne una parte importante del lavoro di Kohut, poiché arrivò a sentire che un'aderenza troppo rigida alle idee di Freud spesso incoraggiava gli analisti ad imporre le proprie convinzioni sulla persona che stavano trattando.

La psicologia del Sè attribuisce invece un valore elevato all'empatia o alla capacità dello psicoterapeuta di comprendere l'esperienza dal punto di vista della persona in trattamento.

Concetti principali della Psicologia del Sè

In questo filone specifico della psicologia, il sé è inteso come il centro dell'universo psicologico di un individuo.

Se l'ambiente di sviluppo di un bambino è appropriato, in genere si svilupperà un sano senso di sé, ed in generale l'individuo sarà in grado di mantenere modelli/esperienze coerenti e di autoregolarsi e auto-calmarsi per tutta la vita.

Pubblicità

Quando gli individui non sono in grado di sviluppare un sano senso di sé, possono tendere a fare affidamento sugli altri per soddisfare i propri bisogni.

Questi 'altri' prendono il nome di oggetti-sè, perchè sono al di fuori del sé.

Gli oggetti-sè sono una parte normale del processo di sviluppo, secondo Kohut. I bambini hanno bisogno di oggetti-sè perchè non sono in grado di soddisfare tutti i loro bisogni, ma nel corso di uno sviluppo sano, gli oggetti stessi vengono interiorizzati mentre gli individui sviluppano la capacità di soddisfare i propri bisogni senza fare affidamento su altri esterni.

Il ruolo del transfert è anche importante nella psicologia del Sè. Nella psicoanalisi, il transfert è inteso come il processo in cui una persona in cura reindirizza sentimenti e desideri dall'infanzia ad un nuovo oggetto – di solito l'analista.

Kohut ha formulato tre tipi specifici di transfert che riflettono bisogni di oggetti-sè non soddisfatti:

Il rispecchiamento: in questo tipo di transfert, gli altri servono come uno specchio che riflette un senso di valore e autostima. Proprio come le persone usano uno specchio per controllare l'apparenza, il rispecchiamento del transfert implica l'uso delle risposte affermative e positive degli altri per vedere i tratti positivi all'interno del sé.

Idealizzazione: Kohut ritiene che le persone abbiano bisogno di persone che le facciano sentire calme e a proprio agio. Un esempio di questo può essere visto nei bambini che corrono da un genitore per il comfort dopo essere caduti e feriti.

L'altro esterno è idealizzato come qualcuno che è calmo e tranquillizzante.

Transfert gemellare o Alter Ego: Kohut ha suggerito che le persone hanno bisogno di provare un senso di somiglianza con gli altri. Ad esempio, i bambini vogliono essere simili ai loro genitori ed imitare i comportamenti che osservano. Nel corso di uno sviluppo sano, un bambino diventa più capace di tollerare le differenze.

Il ruolo del narcisismo sano

Il narcisismo è una parte normale dello sviluppo infantile, secondo la teoria del Sè. I bambini possono spesso fantasticare di avere superpoteri e/o vedere i loro genitori onnipotenti.

Kohut riteneva che tali esperienze infantili dovessero essere incoraggiate nel tempo, i bambini generalmente iniziano a riconoscere che le loro percezioni inflazionate di sé e dei loro genitori sono irrealistiche.

I bambini che crescono in un ambiente di supporto sono in genere in grado di sopportare la frustrazione e la delusione e sviluppare un sano grado di narcisismo, portando ad un senso di sé sicuro e resiliente.

L'empatia parentale insufficiente può contribuire allo sviluppo di una personalità narcisistica, secondo Kohut.

L'empatia può essere insufficiente quando un genitore non può reagire o nutrire adeguatamente un bambino, non è in grado di soddisfare i bisogni di oggetti-sè di un bambino, o se le disposizioni del genitore e del bambino non si allineano facilmente.

Alcuni o tutti questi aspetti possono influenzare la capacità del bambino di soddisfare i propri bisogni più avanti nella vita.

Contributi della psicologia del Sè

La psicologia del Sé ha aiutato a fornire una comprensione più chiara e completa del narcisismo, consentendole di essere vista come una parte naturale dello sviluppo.

Mentre una personalità narcisistica può essere una seria preoccupazione, le caratteristiche narcisistiche della personalità non sono necessariamente dannose.

Con il suo approccio, Kohut ha anche ampliato la comprensione dell'empatia, in quanto si riferisce all'assistenza sanitaria mentale.

La psicologia del Sè mette in luce l'importanza dell'empatia nel contesto della relazione terapeutica come strumento per comprendere e spiegare ciò che è stato osservato, piuttosto che un'azione o un'azione specifica, e la considera come una componente essenziale del processo di cura e guarigione.

Quando un terapeuta è in grado di dimostrare questa capacità di vedere e di comprendere le preoccupazioni di una persona attraverso il loro punto di vista - ciò che Kohut chiama osservazione vicina all'esperienza - il trattamento può andare avanti più prontamente.

Limiti

I critici della psicologia del Sè sostengono che la teoria non sia altro che una terapia di supporto e affermano che è improbabile che crei un cambiamento duraturo per le persone in terapia.

È stato anche suggerito che la psicologia del sé, mentre cerca di spiegare meglio il narcisismo, non può essere applicata a tutte le persone che hanno una personalità narcisistica.

Altri critici hanno affermato che la teoria è incompleta e non affronta adeguatamente tutti i fattori della psiche, come le pulsioni e l'inconscio, che possono avere un impatto sullo sviluppo ed il benessere di una persona.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

ICLeS - Istituto per la Clinica dei Legami Sociali ad Orientamento Psicoanalit…

 Specializzarsi in Psicoterapia: ICLeS - Istituto per la Clinica dei Legami Sociali ad Orientamento Psicoanalitico Lacaniano Orientamento: Psicoanalitico e PsicodinamicoSede centrale: via Settembrini, 17 - MILANOAltre Sedi: via Cappuccina, 36/38 -...

leggi tutto...

Il Ruolo Terapeutico di Genova - Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica

Specializzarsi in Psicoterapia: Il Ruolo Terapeutico di Genova - Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica Orientamento: PsicodinamicoSede centrale: Via XX settembre 32/5 – 16121 GENOVAContatti: Tel. e Fax. 010 4074044; Cell. Dott.ssa Rita...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

 

 

Tags: scuole di psicoterapia, Sigmund Freud, empatia, psicologia del Sè, Heinz Kohut, teoria psicoanalitica, oggetti-sè, narcisismo sano, storia e sviluppo

Istituto di Terapia Familiare di Siena - ITFS

 Specializzarsi in Psicoterapia: Istituto di Terapia Familiare di Siena - ITFS Orientamento: Psicoterapia Familiare e RelazionaleSede centrale: Via dei Termini, 6 - 53100 SIENAAltre Sedi: Viale Matteotti, 29 - 58100 GROSSETOContatti:...

leggi tutto...

SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva

Specializzarsi in Psicoterapia: SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ANCONA Via Piave, 14 – 60125GROSSETO Via G. Lanza, 26 – 58100; NAPOLI Via Antonio Cinque, 93/95 –...

leggi tutto...

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità