Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

La Sindrome del tramonto

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Sindrome del Tramonto si presenta in pazienti affetti da morbo di Alzheimer o altre forme di demenza, e consiste in cambiamenti comportamentali che si verificano in prima serata caratterizzati da improvvisi sbalzi di umore, ansia, tristezza, irrequietezza, confusione, allucinazioni o deliri.

sindrome del tramontoDurante le fasi più avanzate dell'Alzheimer, la persona può sviluppare la Sindrome di Sundowner o anche conosciuta come Sindrome del tramonto.

Quando il sole tramonta e inizia a scendere la notte, la persona affetta da Alzheimer sperimenta sensazioni di paura, confusione, agitazione ed estraneità rispetto a ciò che lo circonda.

Questa specifica ora del giorno può innescare improvvisi sbalzi di umore, ansia, tristezza, irrequietezza e picchi di energia, maggiore confusione, allucinazioni o deliri.

La presenza di tali condizioni può portare i pazienti a stimolarsi, dondolarsi, urlare, piangere, avvertire disorientamento, opporre resistenza, esplosioni di rabbia, aggressività o persino violenza.

Questa situazione stimola una risposta primaria di “lotta o fuga” anche se non ci sono nuovi ambienti o circostanze per giustificare questa reazione.

I pazienti possono diventare intensamente agitati al punto di reagire con estrema rabbia sul bersaglio a loro più vicino, solitamente chi si prende cura di lui/lei.

In altri casi, cercano letteralmente di scappare, diventando abili maestri della fuga. Questa fase prende anche il nome di “Elopement” che letteralmente significa “fuga con l'amante”.

Cercare di gestire questo stato è molto difficile; in nessun modo, il comportamento del paziente è una caratteristica di chi egli è, bensì un cambiamento di personalità generato a partire dal deterioramento cerebrale.

 

Tratto da “Psicologi Italiani” - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

Istituto di Psicoterapia Sistemica Integrata - IDIPSI

 Specializzarsi in Psicoterapia: Istituto di Psicoterapia Sistemica Integrata - IDIPSI Orientamento: Psicoterapia SISTEMICA INTEGRATASede centrale: strada Vallazza, 6 43126 PARMA Altre Sedi: Viale Santa Panagia, 141/a 96100 SIRACUSAContatti:  Parma 0521 673144...

leggi tutto...

Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Interattivo - Cognitiva

Orientamento: Orientamento costruttivista/Orientamento cognitivoSede: Via Giovanni Savelli 86, PadovaContatti: tel/fax 049 7808204  cell. 349 3457626Riconoscimento: La Scuola di Psicoterapia Interattivo Cognitiva di Padova è riconosciuta dal MIUR con D.M. del...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

Tags: scuole di psicoterapia, sindrome del tramonto, morbo di Alzheimer

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni