Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Le vecchie abitudini del cervello che impara

Utilizzando interfacce neurali, gli scienziati stanno iniziando a capire perché imparare è difficile. La tanto decantata plasticità neurale è in realtà molto più limitata di quanto si pensasse: di fronte al nuovo, il cervello fa fatica ad abbandonare i vecchi schemi che hanno funzionato bene in passato, e segue una procedura piuttosto inefficiente per trovarne di nuovi.

cervello che impara abitudiniIl segno distintivo dell'intelligenza è la capacità di apprendere.

Come dimostrano decenni di ricerche, i nostri cervelli mostrano un alto grado di "plasticità", nel senso che i neuroni possono ricablare le loro connessioni in risposta a nuovi stimoli.

Ma alcuni ricercatori della Carnegie Mellon University e dell'Università di Pittsburgh hanno recentemente scoperto vincoli sorprendenti sulle nostre capacità di apprendimento.

Il cervello può essere altamente flessibile e adattativo in generale, ma – almeno in un arco di tempo breve – impara riciclando in modo inefficiente trucchi dal suo repertorio neurale invece che ricominciando da capo.

"Ogni volta che gioco a squash, sembro un giocatore di tennis", ha raccontato Byron Yu, ingegnere biomedico e neuroscienziato della Carnegie Mellon e uno dei leader della ricerca.

Yu ha giocato a tennis per molti anni. Il suo problema con lo squash è che si gioca con una racchetta più corta e con tiri più veloci e più violenti, con un diverso tipo di accompagnamento del gesto rispetto a quello a cui si è abituati sul campo da tennis.

Eppure in una partita di squash, finisce per adottare lo stile d'uso della racchetta che gli ha inculcato la lunga esperienza con il tennis . Il cervello non abbandona facilmente ciò che sa già.

 

Tratto da Le Scienze – Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

Istituto Italiano WARTEGG

Orientamento: Scuola di Formazione in Psicodiagnostica Sede centrale: via Colossi, 53 A/6  - 00146 ROMAContatti: Tel. 06 56339741Riconoscimento: Indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.wartegg.com

leggi tutto...

SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva

Specializzarsi in Psicoterapia: SPC – Scuola di Psicoterapia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ANCONA Via Piave, 14 – 60125GROSSETO Via G. Lanza, 26 – 58100; NAPOLI Via Antonio Cinque, 93/95 –...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

 

 

Tags: scuole di psicoterapia, cervello, abitudini, intelligenza

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni