Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Psicosi: sintomi e cause

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
La  psicosi è caratterizzata da una relazione compromessa con la realtà e rappresenta un quadro diagnostico includente gravi forme di disturbi mentali.

psicosi sintomi causeLe persone affette da psicosi possono sperimentare allucinazioni o deliri. Le allucinazioni sono esperienze sensoriali che si verificano in assenza di uno stimolo reale.

Ad esempio, una persona che ha un'allucinazione uditiva può sentire la madre urlare contro di lei quando la madre non è presente.

Oppure la persona che sperimenta un'allucinazione visiva, può vedere qualcosa, come una persona di fronte a loro, che in realtà non è li.

La persona che esperisce la psicosi può anche avere pensieri contrari alle evidenze reali. Questi pensieri sono noti dome deliri.

Essendo un quadro complesso, e considerando la presenza di due sintomi “debilitanti” come i deliri e le allucinazioni, solitamente le persone iniziano a perdere la motivazione fino ad isolarsi socialmente.

Queste esperienze possono essere spaventose, e determinare nel soggetto che le vive, comportamenti di violenza auto o eterodiretta.

Tra i sintomi psicotici vanno sicuramente menzionati: difficoltà di concentrazione, umore depresso, dormire troppo o non abbastanza, ansia, sospettosità, ritiro sociale, deliri, allucinazioni, discorso disorganizzato, depressione, pensieri e azioni suicide.

I deliri e le allucinazioni sono due sintomi molto diversi che vengono però esperiti entrambi dalle persone con psicosi.

Questi sembrano reali per la persona che li sta vivendo.

La definizione specifica di delirio sottolinea come questo sia rappresentato da una falsa credenza o impressione che viene mantenuta anche quando è in contraddizione con la realtà.

Esistono diversi tipi di deliri come quelli paranoidei, di grandezza, somatici e via dicendo. Le persone che stanno vivendo un delirio paranoideo potrebbe ad esempio pensare di essere seguite da altri, o che i messaggi segreti vengano inviati a loro attraverso i mezzi di comunicazione come la radio, la tv, il pc e via dicendo.

Coloro che vivono invece un delirio di grandezza tenderanno a conferirsi un senso esagerato di importanza. Per il delirio somatico, invece, la persona crede di avere una malattia terminale quando in realtà è sana.

L'allucinazione riguarda invece la presenza di una percezione sensoriale in assenza di stimoli esterni.

Ciò significa vedere, sentire, odorare qualcosa che non è presente. Una persona con allucinazione potrebbe vedere cose che non esistono o sentire le persone parlare quando sono sole.

Rispetto alle cause, essendo ogni caso di psicosi diverso, rintracciarne una esatta è estremamente difficile.

Tuttavia, esistono alcune malattie che causano la psicosi, nonché fattori scatenanti come l'uso di droghe, la mancanza di sonno e altri fattori ambientali.

Inoltre, alcune situazioni specifiche possono portare a sviluppare tipi specifici di psicosi. Tra le malattie che possono causare la psicosi vi sono:

  • malattie cerebrali come il morbo di Parkinson, la malattia di Huntington e alcuni disturbi cromosomici;
  • tumori cerebrali o cisti;
  • il morbo di Alzheimer;
  • HIV, sifilide e altre infezioni che attaccano il cervello;
  • alcuni tipi di epilessia e ictus.

Al momento non è possibile identificare con precisione chi potrebbe sviluppare la psicosi; tuttavia, la ricerca ha dimostrato che la genetica può svolgere un ruolo.

Le persone hanno maggiori probabilità di sviluppare un disturbo psicotico se hanno un parente stretto, come un genitore o un fratello che ha un disturbo di questo tipo.

I bambini nati con la mutazione genetica nota come sindrome da delezione 22q11.2 sono a rischio di sviluppare un disturbo psicotico, in particolare la schizofrenia.

Tra le diverse tipologie di psicosi, vanno annoverate:

Disturbo psicotico breve: a volte chiamato psicosi reattiva breve, può verificarsi durante periodi di estremo stress personale come la morte di un membro della famiglia. Qualcuno che sta vivendo una psicosi reattiva breve si riprenderà generalmente dopo alcuni giorni o alcune settimane, a seconda della fonte dello stress.

Psicosi correlata ad uso di droga o alcool: la psicosi può essere innescata dall'uso di alcool e droghe illegali, inclusi stimolanti come la metanfetamina e la cocaina. Le sostanze allucinogene come l'LSD spesso inducono gli utenti a vedere cose che non sono realmente lì, ma questo effetto è temporaneo. Alcuni farmaci da prescrizione come steroidi e stimolanti possono anche causare sintomi di psicosi. Le persone che sono dipendenti da alcool e alcune droghe possono sperimentare sintomi psicotici se improvvisamente smettono di bere o di assumere la sostanza per cui sono assuefatti.

Psicosi organica: una lesione alla testa o una malattia o infezione che colpisce il cervello può causare sintomi psicotici.

Disturbi psicotici

I disturbi psicotici possono essere scatenati da stress, uso di droghe o alcol, lesioni o malattie. Possono anche apparire da soli. Tra i disturbi in cui possono presentarsi i sintomi psicotici vi è:

Disturbo bipolare: è caratterizzato da un'oscillazione costante dell'umore. Quando l'umore è alto e positivo possono presentare sintomi psicotici; solitamente tali soggetti possono sentirsi estremamente bene e credono di avere poteri speciali. Quando l'umore è depresso, l'individuo può presentare sintomi psicotici che genera sentimenti come rabbia, tristezza e paura. Questi sintomi includono il pensare che qualcuno stia cercando di fargli del male.

Disturbo delirante: è una condizione in cui un individuo mostra uno o più deliri al mese; va distinto dalla schizofrenia, in quanto il funzionamento non è generalmente compromesso ed il comportamento non è bizzarro, ad eccezione della fase delirante.

Psicosi depressiva: è un sottotipo di depressione maggiore che si verifica quando una grave malattia depressiva include una qualche forma di psicosi. Si presentano allucinazioni, deliri e qualche altra 'rottura' con la realtà. La psicosi depressiva colpisce circa una persona su quattro avente già una forma di depressione.

Schizofrenia: è il disturbo mentale più grave caratterizzato da una presenza costante di sintomi psicotici.

Come viene diagnosticata la psicosi?

La psicosi viene diagnosticata attraverso una valutazione psichiatrica. Ciò significa che il clinico osserverà il comportamento della persona e farà domande su ciò che sta vivendo. Test medici e raggi X possono essere utilizzati per determinare se vi è una malattia di base che causa i sintomi.

Molti dei sintomi psicotici negli adulti non sono sintomi di psicosi nei giovani. Ad esempio, i bambini piccoli hanno spesso amici immaginari con cui parlano. Questo rappresenta solo un gioco immaginativo, che è completamente normale per i bambini.

Per quanto concerne il trattamento, questo può comportare una combinazione di farmaci e terapia. A volte le persone che vivono la psicosi possono improvvisamente agitarsi e rischiare di far del male agli altri e a sé stessi.

In questi casi, potrebbe rendersi necessario un intervento volto a calmarli rapidamente. Questo metodo è chiamata tranquillizzazione rapida e consiste nella somministrazione, da parte di medici o infermieri, di una farmaco liquido che rilassa rapidamente il paziente.

Dal punto di vista farmacologici i sintomi psicotici possono essere controllati con gli antipsicotici. Questi farmaci riducono le allucinazioni e i deliri e aiutano le persone a pensare in modo più chiaro. La tipologia di farmaco da prescrivere dipende ovviamente dai sintomi.

Rispetto al trattamento, la terapia cognitivo-comportamentale può favorire un cambiamento nei pensieri e nei comportamenti.

Questo approccio ha dimostrato di essere efficace nell'aiutare le persone a promuovere cambiamenti permanenti e gestire in modo più efficace la loro malattia. Spesso è più utile per i sintomi psicotici che non si risolvono completamente con i farmaci.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro


 

Scuola Italiana di Psicoterapia per le Tecniche Immaginative di Analisi e Rist…

Specializzarsi in Psicoterapia: Scuola Italiana di Psicoterapia per le Tecniche Immaginative di Analisi e Ristrutturazione del Profondo Orientamento: Psicodinamico – Tecniche ImmaginativeSede centrale: Via A. Aleardi, 23 – 31100 Treviso (TV)Contatti:...

leggi tutto...

IMAGO - Scuola Romana di Psicologia Clinica

Orientamento: Psicoterapia Psicoanalitica/Psicologia Clinica Sede legale: Viale delle Provincie, 6 – 00162 RomaSede didattica: Via Matera 18 - 00182 RomaAltre Sedi: Non presenti Contatti:Tel./ Fax 06/44248016 Riconoscimento: Riconosciuta dal Ministero...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline


 

Tags: scuole di psicoterapia, psicosi, deliri, psicologia., sintomi, disturbi mentali, psicopatologia, cause, allucinazioni

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni