Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy.

L'elenco online di tutte le Scuole di Psicoterapia italiane

Segui Scuole di Psicoterapia sui Social Network       

Pubblicità

 

Stress psicologico e cancro: quale legame?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Questo articolo si pone l'obiettivo di fornire un'introduzione generale allo stress psicologico che le persone potrebbero esperire quando viene effettuata loro una diagnosi di cancro.

stress psicologico e cancro quale legameQuando si parla di stress psicologico si fa riferimento a ciò che le persone sentono quando sono sotto pressione da un punto di vista mentale, fisico ed emotivo.

Sebbene sia normale sperimentare qualche stress psicologico di tanto in tanto, le persone che soffrono di alti livelli di stress psicologico o che lo sperimentano ripetutamente per un lungo periodo di tempo possono sviluppare problemi di salute mentali e/o fisici.

Lo stress può essere causato da responsabilità quotidiane ed eventi appartenenti alla routine, o da eventi più insoliti, come un trauma o una malattia che colpisce direttamente il soggetto o anche un familiare.

Quando le persone sentono di essere incapaci di gestire o controllare i cambiamenti causati da una malattia come il cancro o dalle normali attività di vita, sono in difficoltà.

Ad oggi, il disagio esperito, viene riconosciuto come fattore che può ridurre la qualità della vita dei malati di cancro. Vi è anche qualche evidenza che il disagio estremo è associato ad esiti clinici più poveri.

Questo articolo si pone l'obiettivo di fornire un'introduzione generale allo stress psicologico che le persone potrebbero esperire quando viene effettuata loro una diagnosi di cancro.

Come reagisce il corpo durante lo stress?

Il corpo risponde alla pressione fisica, mentale o emotiva rilasciando ormoni dello stress, ad esempio epinefrina, norepinefrina e cortisolo che aumentano la pressione sanguigna, accelerano la frequenza cardiaca e aumentano i livelli di zucchero nel sangue.

Questi cambiamenti aiutano una persona ad agire con maggiore forza e velocità per 'sfuggire' ad una minaccia percepita.

La ricerca ha dimostrato che le persone che soffrono di stress intenso e a lungo termine, cioè cronico, possono presentare problemi digestivi, problemi di fertilità, problemi urinari e un sistema immunitario indebolito.

Le persone che soffrono di stress cronico sono anche più inclini a infezioni virali come l'influenza o il raffreddore e ad aver mal di testa, disturbi del sonno, depressione e ansia.

Lo stress psicologico può causare il cancro?

Sebbene lo stress possa causare una serie di problemi di salute fisica, l'evidenza che possa essere causa scatenante del cancro in modo diretto è debole.

Alcuni studi hanno però indicato un collegamento tra vari fattori psicologici e un aumentato rischio di cancro.

Legami apparenti tra stress psicologico e cancro potrebbero manifestarsi in diversi modi. Ad esempio, le persone sotto stress possono sviluppare determinati comportamenti come il fumo, alimentazione incontrollata o il consumo di alcool, che aumentano il rischio di cancro della persona.

Oppure, qualcuno che ha un parente con il cancro può sicuramente avere un rischio più elevato di svilupparlo a causa di un fattore di rischio ereditario condiviso, ma non necessariamente a causa dello stress indotto dalla diagnosi ricevuta dal membro della famiglia.

In che modo lo stress psicologico influisce sulle persone che hanno il cancro?

Le persone che hanno il cancro possono ritenere stressanti gli effetti fisici, emotivi e sociali della malattia.

Coloro che tentano di gestire lo stress con comportamenti rischiosi come fumare o bere alcolici o che diventano più sedentari possono avere una qualità della vita peggiore durante e dopo il trattamento della neoplasia.

Al contrario, le persone che sono in grado di utilizzare strategie di coping efficaci per affrontare lo stress, come le tecniche di rilassamento e di gestione dello stress, hanno dimostrato di avere bassi livelli di depressione, ansia e sintomi correlati al cancro e al suo trattamento.

Tuttavia, non ci sono prove che una gestione efficace dello stress psicologico migliori la sopravvivenza del cancro.

Evidenze provenienti da studi sperimentali suggeriscono che lo stress psicologico può influenzare la capacità di un tumore di crescere e diffondersi.

Ad esempio, alcuni studi hanno dimostrato che quando i topi portatori di tumori umani venivano tenuti confinati o isolati da altri topi – condizioni che aumentavano lo stress - i loro tumori avevano maggiori probabilità di crescere e diffondersi; sviluppavano cioè le metastasi.

loadposition pub_articolo}

In una serie di esperimenti, i tumori trapiantati nei cuscinetti adiposi mammari dei topi avevano tassi di diffusione molto più elevati nei polmoni e nei linfonodi se i topi erano cronicamente stressati, rispetto a quelli che non erano sottoposti ad agenti stressogeni.

Studi sui topi e su cellule tumorali umane coltivate in laboratorio hanno evidenziato che l'ormone dello stress, la noradrenalina, che partecipa al sistema di 'risposta di lotta o fuga' del corpo, può promuovere l'angiogenesi e le metastasi.

In un altro studio, a donne con carcinoma mammario triplo negativo che erano state trattate con chemioterapia neoadiuvante è stato chiesto di utilizzare i beta-bloccanti, che sono farmaci che interferiscono con determinati ormoni dello stress, prima e durante la chemioterapia.

Le donne che hanno riferito di usare i beta-bloccanti avevano una migliore possibilità di sopravvivere al trattamento per il cancro senza una ricaduta rispetto alle donne che non avevano assunto tali classi di farmaci.

Tuttavia, non vi era una differenza tra i gruppi in termini di sopravvivenza globale.

Sebbene non vi siano ancora prove evidenti che lo stress influenzi direttamente i risultati dell'andamento e trattamento del cancro, alcuni dati suggeriscono che i pazienti possono sviluppare un senso di impotenza e disperazione quando lo stress diventa schiacciante.

Questa risposta è associata ad un collasso del sistema immunitario e a più alti tassi di mortalità, anche se il meccanismo sottostante tale processo non è ancora chiaro.

Può darsi che le persone che si sentono impotenti o disperate non cerchino un trattamento quando si ammalano, si arrendono prematuramente o non aderiscono a terapie potenzialmente utili, si impegnano in comportamenti a rischio come l'uso di droghe o non mantengono uno stile di vita sano, risultante in morte prematura.

Le persone affette da cancro come possono imparare a fronteggiare lo stress psicologico?

Il supporto emotivo e sociale può aiutare i pazienti ad imparare a far fronte allo stress psicologico. Tale supporto può ridurre i livelli di depressione, ansia e sintomi correlati alla malattia.

Gli approcci psicologici possono includere:

  • esercizi di rilassamento, meditazione o gestione dello stress;
  • percorso di sostegno psicologico volto a migliorare l'accettazione della malattia;
  • supporto sociale in un contesto di gruppo;
  • trattamento farmacologico per l'ansia o la depressione;
  • esercizio fisico.

Alcune organizzazioni di esperti raccomandano che tutti i pazienti affetti da cancro vengano sottoposti ad uno screening del livello di stress psicologico all'inizio del trattamento.

In tal senso, gli operatori sanitari in collaborazione con psicologi e/o psicoterapeuti possono utilizzare una varietà di strumenti di screening, come una scala o un questionario sullo stress, per valutare se tali pazienti hanno bisogno di aiuto nella gestione delle loro emozioni o di altre preoccupazioni pratiche.

I pazienti che mostrano un disagio da moderato a severo devono essere inviati ad uno psicologo/ psicoterapeuta per favorire un percorso di sostegno durante un percorso di cura così arduo e faticoso.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

Bibliografia

  • Artherholt SB, Fann JR. Psychosocial care in cancer. Current Psychiatry Reports 2012;14(1):23-29.
  • Fashoyin-Aje LA, Martinez KA, Dy SM. New patient-centered care standards from the Commission on Cancer: opportunities and challenges. Journal of Supportive Oncology 2012; e-pub ahead of print March 20, 2012.
  • Moreno-Smith M, Lutgendorf SK, Sood AK. Impact of stress on cancer metastasis. Future Oncology 2010;6(12):1863-1881.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Scuoledipsicoterapia.it?
Iscriviti alla nostra newsletter per essere in continuo contatto con la psicoterapia!
captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 

 

Istituto di Terapia Familiare di Siena - ITFS

 Specializzarsi in Psicoterapia: Istituto di Terapia Familiare di Siena - ITFS Orientamento: Psicoterapia Familiare e RelazionaleSede centrale: Via dei Termini, 6 - 53100 SIENAAltre Sedi: Viale Matteotti, 29 - 58100 GROSSETOContatti:...

leggi tutto...

APC - Associazione di Psicologia Cognitiva

 Specializzarsi in Psicoterapia: APC - Associazione di Psicologia Cognitiva Orientamento: Psicoterapia Cognitivo - ComportamentaleSedi: ROMA Viale Castro Pretorio, 116 - 00185LECCE Via Bonaventura Mazzarella, 25 - 73100; VERONA Vicolo Ghiaia, 7...

leggi tutto...


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

Psiconline.it
News, informazioni, notizie,
consulenza psicologica online gratuita,
servizi per il mondo professionale, articoli e tanto altro.
Dal 1999 la psicologia e gli psicologi in rete!

 

logo psicologi italiani

 

logo psiconline



 

 

 

 

Tags: scuole di psicoterapia, psicosomatica, sistema immunitario, giorgia lauro, Dottoressa Giorgia Lauro, stress psicologico e cancro, neoplasia, lo stress psicologico può causare il cancro, come reagisce il corpo durante lo stress, approcci psicologici per la gestione dello stress, studi di laboratorio

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

0
Condivisioni